L’importanza di vivere in un posto tranquillo

Uno dei requisiti principali affinché su un pianeta si sviluppi la vita è che detto pianeta sia un posto relativamente tranquillo. Cambiamenti climatici troppo bruschi e frequenti possono infatti rendere molto difficile la formazione di un ecosistema robusto ed efficiente, in grado di sopravvivere a tempo indeterminato.

Tra gli eventi che possono rendere molto instabile il clima di un pianeta vi è l’impatto con grossi asteroidi. Basti ricordare quello di appena una quindicina di chilometri di diametro che, 65 milioni di anni fa, ha causato l’estinzione dei dinosauri e di circa la metà delle specie viventi sul nostro pianeta.

Questi eventi catastrofici qui sulla Terra sono abbastanza rari (dell’ordine dell’uno ogni qualche centinaio di milioni di anni) e questa situazione privilegiata, indispensabile alla nostra stessa esistenza, si pensa sia legata principalmente a due fattori.

Il primo di essi è la presenza della Luna, che intercetta una certa quota di asteroidi di grandi dimensioni. La Luna, inoltre, per dei meccanismi fisici abbastanza complessi, ha anche una funzione di stabilizzazione dell’asse di rotazione terrestre, contribuendo quindi a mantenere costante l’alternarsi delle stagioni. Marte, che non ha lune di grosse dimensioni, è soggetto a frequenti irregolarità nell’alternarsi delle sue stagioni, situazione che si pensa possa aver contribuito a rendere inospitale il pianeta.

Il secondo elemento che protegge la Terra è nientemeno che Giove, il gigante del nostro sistema solare. La grande massa di questo pianeta lo rende infatti “gravitazionalmente dominante” e, almeno fino ad ora, si è sempre ritenuto che la sua forza di gravità contribuisse a ridurre sensibilmente il numero di grossi asteroidi nelle zone interne del sistema solare, dove si trova la Terra.

Jonathan Horner (University of New South Wales di Sydney) e Barrie Jones (UK’s Open University) hanno recentemente realizzato una nuova simulazione, molto più dettagliata delle precedenti, per studiare l’effetto della presenza di Giove sul numero di oggetti in orbite potenzialmente pericolose per la Terra.

I risultati del loro lavoro sono stati una sorpresa. Horner e Jones hanno confermato l’effetto “protettivo” di Giove per quel che riguarda gli asteroidi provenienti dalle zone più esterne del sistema solare, ma per quanto riguarda quelli che rimangono “catturati” dalla forza attrattiva del gigante gassoso, sembrerebbe invece che esso tenda a stabilizzarli su orbite potenzialmente pericolose per il nostro piccolo pianeta. Il modello rivela anche che questo effetto dipende in larga misura dalla massa di Giove stesso; ad esempio, se esso pesasse appena un quinto di quanto non pesi in realtà, il numero di oggetti stabilizzati su orbite potenzialmente pericolose sarebbe enormemente più grande. Si tratta per sempre di un modello matematico, che va preso con le dovute riserve, in attesa di verifiche sperimentali, ma i suoi risultati sono comunque molto interessanti.

Al di là di eventuali considerazioni campanilistiche sul rischio di un impatto catastrofico per il nostro pianeta, il modello di Horner e Jones aiuta a comprendere meglio il complesso ruolo svolto dai giganti gassosi – i pianeti che più facilmente riusciamo a individuare attorno ad altre stelle – nel rendere più o meno vivibile un sistema stellare, aggiungendo quindi un altro piccolo tassello al grande puzzle della ricerca della vita extraterrestre.

Links:

http://www.astrobio.net/exclusive/4620/villain-in-disguise-jupiter%E2%80%99s-role-in-impacts-on-earth

Informazioni su WorldsOutsideReality

«Hold faithfulness and sincerity as first principles. Have no friends not equal to yourself. When you feel you have faults, do not hesitate to correct yourself.» (Confucius; Analects, 9.25)

Pubblicato il 12 marzo 2012, in Astronomia, Parlando di scienza con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

The Constitutional Renaissance Call

It is up to the states to fix it.

Hic Rhodus

Hic Salta!

Casi paologici

Fatti, idee e situazioni più o meno paradossali

veterinarinliberta

Sotto il camice, una persona con i propri sogni e le proprie passioni

Futura Psi

Il blog di due studentesse di psicologia

Scholarly Open Access

Critical analysis of scholarly open-access publishing

Humble Nations

Kindle Ebook Pre-made Book Cover Design, Commissions and My Fiction

Il Blog del Ninth

Poche ragazze da quelle parti.

Lou Del Bello

science journalist

nonsolotopi

Quelli che cacciamo dalle case e sterminiamo nelle città sono modelli molto preziosi per la ricerca biomedica.

nopseudoscienze.wordpress.com/

Senza futuro, ma a Quark duro

LoSherpa

Non mi seguite... se vi perdete è colpa vostra

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA Esperta in Disturbi d'ansia-Attacchi di Panico e Psicologia della Coppia

sijmadicandhapajiee

Piccola bottega naturalistica

MEDICINA ONLINE

Salute del fisico, benessere della mente, bellezza del corpo a cura del dott. Emilio Alessio Loiacono

Io non ci volevo venire!

Non lo so, poi ci penso.

VersoErcole

il blog di Stefano Paparozzi

A sparkler in the dark

Pensieri, divulgazione e condivisione...

Io Non Faccio Niente

il blog di un ricercatore INFN

in italiano

Le parole sono suoni per coloro che non s'impegnano; sono il nome di esperienze per chi le vive (L. Giussani)

librerianatura

Sorridi! Sei sul miglior sito WordPress.com per acquistare e-book di argomento naturalistico

Mountain Bike Maintenance

Fix your own bike...

giornalismo & comunicazione...

... in agricoltura...

Nature's Poisons

Mother nature is out to get us

Lo Spirito Del Tempo

La difficoltà non sta nel credere alle nuove idee ma nel rifuggire dalle vecchie

Massimo D'Angeli

“When most people agree with you, worry” (“Quando la maggioranza delle persone concorda con te, preoccupati“) Julian Rappaport, psicologo

Wellcome Trust Blog

Life from a Wellcome Trust perspective

Stuff And Nonsense

Blogging about balderdash and baloney

Conferenza Nazionale sull'Energia

Energie per l'Italia del Futuro

Health & Family

A healthy balance of the mind, body and spirit

Bufale e Dintorni

Bufale e dintorni, ovvero notizie false, ingannevoli, phishing, scam, spam. Diffondere le bufale è inutile, irrazionale e in alcuni casi, pericoloso.

Catallassi

Riflessioni sulla complessità biologica, sintetica e sociale

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: