La Sperimentazione Animale e l’Umana Stupidità

La Sperimentazione Animale e l’Umana Stupidità

1. E tu, ti sei fatto validare?

2. Invecchiare fin da giovani

3. Tressette col gene

4. Ad ogni malattia il suo topo

5. Scarica l’app e diventa farmacologo

6. Primo, non nuocere

7. Una questione di ciambelle

8. Non è tutto oro

9. La madre degli imbecilli

10.La sperimentazione animale e l’umana stupidità

Nota: Puoi trovare l’intera serie di questi articoli raccolti in un unico file scaricabile nella pagina Free eBooks.

Il modo in cui è organizzata attualmente la ricerca scientifica è ben lontano dall’essere perfetto.

Intellettualmente disonestoInoltre, il mondo della ricerca, come tutte le attività umane, non è certo impermeabile ai parassiti e ai diversamente furbi. Tuttavia, queste cose non hanno nulla a che vedere con la sperimentazione animale in quanto tale, se non nella misura in cui anche gli animali finiscono coinvolti nelle storture del sistema.

È intellettualmente disonesto attribuire alla Sperimentazione Animale i guasti provocati dalla stupidità di qualcuno.

È anche interessante notare come le tante associazioni, piccole e grandi, che sostengono di difendere il benessere animale, non sembrino affatto interessarsi delle inefficienze e delle storture del mondo della ricerca, se non quando fa loro comodo, per citare strumentalmente, e a sproposito, fatti decontestualizzati e mistificati. Esse preferiscono cercare di bloccare la sperimentazione animale in toto, con campagne mediatiche a dir poco discutibili29,30, che non risparmiano tentativi di colpi di mano con la complicità di politici locali31 e nazionali32, nonché veri e propri attacchi personali33.

Nonostante la violenza di cui si sono dimostrate capaci le frange più estremiste di questi movimenti, non mi risulta che, ad esempio, Seralini – che pure ha coinvolto e continuerà a coinvolgere, centinaia di ratti in esperimenti mal fatti e palesemente inutili – abbia mai subìto contestazioni da gruppi di attivisti. Lo stesso dicasi per i tanti inetti che popolano i laboratori di ricerca italiani, e non solo.

C’è da chiedersi, quindi, quali siano i veri obiettivi di queste campagne mediatiche. Non è dato sapere, ma qualche educated guess è legittima34.

§

29. «La campagna anti-vivisezione? È falsa perfino nel nome»http://www.tempi.it/la-campagna-anti-vivisezione-e-falsa-perfino-nel-nome-silvio-garattini-intervista-definitiva-in-difesa-della-sperimentazione-animale#.UoyxiNIpOKw

30. Tutte le balle sulla vivisezione e le loro (gravi) conseguenze sulla ricerca in Italiahttp://www.chefuturo.it/2013/11/tutte-le-balle-sulla-viviezione-e-le-loro-conseguenze-sulla-ricerca-in-italia/

31. Questo è uno dei post che, a voler creare consenso, non bisognerebbe scrivere.http://www.ambrosolilombardia2013.it/questo-e-uno-dei-post-che-a-voler-creare-consenso-non-bisognerebbe-scrivere/

32. L’animalismo blocca la ricercahttp://www.scienzainrete.it/documenti/rs/lanimalismo-blocca-ricerca/novembre-2013

33. We support the Mario Negri Institutehttp://www.scienceonthenet.eu/content/article/vari/we-support-mario-negri-institute/november-2013

34. Ipocrisia + Ignoranza = Maggior Profitto: il caso Almo Nature!http://semplicementescienza.wordpress.com/2013/08/28/almonature/

§

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...