Un OGM per salvare il mare

I pesci, come noi, non sono capaci di sintetizzare gli acidi grassi essenziali; i famosi omega-3 e omega-6, per intenderci. Come fa quindi il pesce ad essere ricco di queste sostanze, così preziose per la nostra salute?

I pesci accumulano acidi grassi essenziali allo stesso modo in cui lo facciamo noi: mangiando. Le alghe sono ricche di omega-3 e omega-6 perché li producono, e i pesci mangiano le alghe; oppure altri pesci, che a loro volta si nutrono di alghe.

Fino a qui tutto sembra semplice, ma la faccenda si complica per i pesci di allevamento. Per fare in modo che anch’essi abbiano a disposizione gli acidi grassi essenziali di cui hanno bisogno, devono essere nutriti con qualcosa che ne è ricco: l’olio di pesce. Che è ottenuto dal pesce pescato.

Sì, noi peschiamo pesci per poter allevare pesci.

Demenziale? Decisamente.

Un’equipe di ricercatori della Rothamsted Research (GB) – un ente no-profit finanziato per questo progetto direttamente dal governo inglese – sta lavorando a un sistema per risolvere questa imbarazzante assurdità. A fine mese faranno il primo raccolto in campo di una varietà sperimentale di falso lino (Camelina sativa) che produce elevate quantità di omega-3, e può quindi essere usato per produrre un olio vegetale adatto alla dieta dei pesci di allevamento.

Potremo fare a meno dell’olio di pesce? È presto per dirlo, siamo solo alla prima prova in campo, a scopo sperimentale, ma le premesse sono buone.

Comunque vadano le cose, però, questa importante innovazione non riguarderà l’Italia. La nuova varietà di falso lino, infatti, è stata ottenuta con la tecnica del DNA-ricombinante, e rientra perciò nella categoria degli OGM. Ahinoi, in Italia la lobby dei complottisti anti-OGM spadroneggia in lungo e in largo, anche e soprattutto nelle istituzioni, per cui l’acquacoltura italiana non potrà giovarsi di questa nuova varietà agricola.

Finiremo col comprare la canolina OGM coltivata all’estero, come già facciamo per mais e soia? Molto probabile.

Però poi non lamentiamoci se le imprese italiane perdono competitività e l’economia va a rotoli.

Perché i prodotti di qualità non vengono fuori dalle pratiche agricola da museo. Si fanno con conoscenze scientifiche profonde (=ricerca cosiddetta “di base”) e applicando nulla di meno della tecnologia più avanzata disponibile. Noi in Italia ce lo stiamo colpevolmente dimenticando, e pagheremo molto cara questa leggerezza, questo dare per scontato ciò che scontato non è: l’eccellenza del Made in Italy.

Noi, purtroppo, preferiamo ascoltare i parolai del “biologico”, i fantomisti del “biodinamico”, i complottisti dell’“OGM-free”. Insomma: quelli che ci vendono la bella favoletta del coltivare la terra come cent’anni fa, per vivere tutti felici e contenti. Cent’anni fa? Felici e contenti? Ma va ciapé di rat… (diciamo in Piemonte).

E così, a forza di correr dietro ai parolai – nell’agroalimentare come in altri settori – finisce che invece di agganciare la ripresa, il PIL scende e anche il made-in-Italy (quello che dovrebbe portarci fuori dalla crisi), perde terreno.

Sarebbe invece più saggio mandare a quel paese certi cialtroni senza arte né parte.

§

Informazioni su WorldsOutsideReality

«Hold faithfulness and sincerity as first principles. Have no friends not equal to yourself. When you feel you have faults, do not hesitate to correct yourself.» (Confucius; Analects, 9.25)

Pubblicato il 7 agosto 2014, in OGM, Parlando di scienza con tag , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

The Constitutional Renaissance Call

It is up to the states to fix it.

Hic Rhodus

Hic Salta!

Casi paologici

Fatti, idee e situazioni più o meno paradossali

veterinarinliberta

Sotto il camice, una persona con i propri sogni e le proprie passioni

Futura Psi

Il blog di due studentesse di psicologia

Scholarly Open Access

Critical analysis of scholarly open-access publishing

Humble Nations

Kindle Ebook Pre-made Book Cover Design, Commissions and My Fiction

Il Blog del Ninth

Poche ragazze da quelle parti.

Lou Del Bello

science journalist

nonsolotopi

Quelli che cacciamo dalle case e sterminiamo nelle città sono modelli molto preziosi per la ricerca biomedica.

nopseudoscienze.wordpress.com/

Senza futuro, ma a Quark duro

LoSherpa

Non mi seguite... se vi perdete è colpa vostra

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA Esperta in Disturbi d'ansia-Attacchi di Panico e Psicologia della Coppia

sijmadicandhapajiee

Piccola bottega naturalistica

MEDICINA ONLINE

Salute del fisico, benessere della mente, bellezza del corpo a cura del dott. Emilio Alessio Loiacono

Io non ci volevo venire!

Non lo so, poi ci penso.

VersoErcole

il blog di Stefano Paparozzi

A sparkler in the dark

Pensieri, divulgazione e condivisione...

Io Non Faccio Niente

il blog di un ricercatore INFN

in italiano

Le parole sono suoni per coloro che non s'impegnano; sono il nome di esperienze per chi le vive (L. Giussani)

librerianatura

Sorridi! Sei sul miglior sito WordPress.com per acquistare e-book di argomento naturalistico

Mountain Bike Maintenance

Fix your own bike...

giornalismo & comunicazione...

... in agricoltura...

Nature's Poisons

Mother nature is out to get us

Lo Spirito Del Tempo

La difficoltà non sta nel credere alle nuove idee ma nel rifuggire dalle vecchie

Massimo D'Angeli

“When most people agree with you, worry” (“Quando la maggioranza delle persone concorda con te, preoccupati“) Julian Rappaport, psicologo

Wellcome Trust Blog

Life from a Wellcome Trust perspective

Stuff And Nonsense

Blogging about balderdash and baloney

Conferenza Nazionale sull'Energia

Energie per l'Italia del Futuro

Health & Family

A healthy balance of the mind, body and spirit

Bufale e Dintorni

Bufale e dintorni, ovvero notizie false, ingannevoli, phishing, scam, spam. Diffondere le bufale è inutile, irrazionale e in alcuni casi, pericoloso.

Catallassi

Riflessioni sulla complessità biologica, sintetica e sociale

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: